Terra Santa

terrasanta2
Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

 

Alle radici della Fede

6-23 novembre 2013   
Un Pellegrinaggio in terra Santa a conclusione dell’Anno della Fede.
In collaborazione con l’ANSPI

Le Diocesi della Romagna pellegrine in Terra Santa per festeggiare l’Anno della fede con la Chiesa di Terra Santa nei luoghi di Gesù e di Maria Sua Madre. Una speciale occasione che prevede la Celebrazione Eucaristica al Monte del Precipizio a Nazareth ed una solenne a Gerusalemme presieduta dal Patriarca Latino S.B. Fuad Twal.

In collaborazione con il Patriarcato Latino di Gerusalemme

1° GIORNO,

Sabato 16 novembre
BOLOGNA –  TEL AVIV – NAZARETH

Ritrovo dei sig.ri partecipanti nel luogo ed orario prefissato e trasferimento libero in aeroporto. Partenza in aereo da Bologna alle ore 06.55 per Tel Aviv via Monaco di Baviera. Pranzo a bordo. Arrivo alle ore 14.05. Trasferimento a Nazareth.  S. Messa. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 

2° GIORNO,
Domenica 17 novembre
NAZARETH

Pensione completa. Giornata dedicata alla celebrazione dell’Anno della fede. S. Messa ore 10.30 al Monte del Precipizio, seguita da alcune iniziative tra cui un concerto di carattere spirituale, la visita al Centro Internazionale di Maria e la processione con fiaccolata per la città verso la Basilica dell’Annunciazione (dalle 17). Durante la giornata abbiamo la possibilità di visitare tutti i luoghi santi di Nazareth. Ricordata da Marco come il luogo in cui Gesù insegnava, di sabato, nella sinagoga e dove l’evangelista Matteo colloca la Sacra Famiglia di ritorno dall’Egitto.  Soprattutto, la memoria di Nazareth e’ associata alla Basilica dell’Annunciazione, costruita su quella che la tradizione definisce la “casa di Maria

 

3° GIORNO,
Lunedì 18 novembre:
NAZARETH – TABOR – TABGHA – CAFARNAO – LAGO DI TIBERIADE – CANA – NAZARETH

Pensione completa. Al mattino salita al Monte Tabor, il “monte della Luce” luogo in cui Gesù venne trasfigurato. Proseguimento per il Lago di Galilea e o “mare di Galilea”, per citare due dei tanti nomi. Quest’affascinante lago, incorniciato da brulle colline, fa memoria di numerosi avvenimenti evangelici. È sulle sue sponde che Gesù iniziò il suo ministero pubblico e dove realizzò molti dei suoi miracoli. Sono tanti e vicini tra loro i luoghi e santuari che visitiamo sul lago. La chiesa di Tabgha situata ai piedi del Monte delle Beatitudini. Questo è il luogo in cui Gesù compì il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, rappresentato dal famoso mosaico bizantino che decora il pavimento della chiesa. Poco distante da questa chiesa, il Primato di Pietro; il santuario francescano che commemora il momento in cui Gesù conferisce a Pietro il primato. Proseguimento per Cafarnao per la visita degli scavi che riportano alla luce il villaggio in cui Gesù visse e predicò e la chiesa, Memoriale di S. Pietro, costruita sui resti della vera casa di Pietro. Nel pomeriggio visita del Monte delle Beatitudini luogo che ricorda il discorso delle beatitudini evangeliche S. Messa ore 15.00. Sulla via del ritorno a Nazareth sosta a Cana di Galilea.

 

4° GIORNO,
Martedì’ 19 novembre
NAZARETH – GIORDANO – GERICO – QUMRAN – GERUSALEMME

Pensione completa. Al mattino partenza per il fiume Giordano e sosta per il rinnovo delle promesse battesimali presso il nuovo sito Israeliano. Proseguimento per Gerico: Yerikho, in ebraico Luna, è la città più antica che si conosca e la più bassa sotto il livello del mare. Studi archeologici hanno infatti permesso di datare i primi insediamenti intorno all’anno 8000 a.C. La Gerico erodiana è quella frequentata da Gesù, che qui incontra Zaccheo (Lc 19, 1-10). Qui possiamo vedere il sicomoro di cui parla il Vangelo. Da qui, visitiamo un luogo davvero speciale per paesaggio e ubicazione: il monastero greco-ortodosso della “Quarantena” legato al ricordo dei quaranta giorni passati da Gesù nel deserto. Nel pomeriggio sosta nel deserto per la celebrazione della S. Messa. Arrivo a Qumram e visita del sito archeologico. Situato a circa 2 km dalla sponda nord-occidentale del Mar Morto. La sua notorietà è dovuta al ritrovamento di alcuni antichi manoscritti risalenti al II sec. a.C., i cosiddetti Rotoli del Mar Morto. Tali manoscritti sono risultati essere testi biblici (come quello del profeta Isaia) e testi descrittivi sulla vita della comunità di Qumran risalente al 150 a.C. Da qui, infine, sarà difficile vincere la tentazione di immergersi nelle salatissime acque del Mar Morto. In serata arrivo a Gerusalemme.

 

5° GIORNO,
Mercoledì 20novembre
GERUSALEMME – AIN KAREM – BETLEMME GERUSALEMME

Pensione completa. Partenza per Ain Karem: A circa 8 km da Gerusalemme, abbarbicata su una vallata ricca di boschi, sorge Ain Karem: il luogo in cui secondo la tradizione cristiana vivevano Elisabetta e suo marito Zaccaria e in cui nacque Giovanni Battista. Qui visitiamo la chiesa della Visitazione, che vuole ricordare la visita di Maria a sua cugina Elisabetta e la Chiesa di San Giovanni Battista.  Sosta al museo dell’olocausto Yad Vashem. Museo dedicato alla Shoah ubicato sulla Collina del Ricordo. Yad Vashem significa “un memoriale e un nome” ed è un’espressione che deriva da una frase del profeta Isaia: “Io concederò loro nella mia casa e dentro le mie mura un memoriale e un nome […] darò loro un nome eterno che non sarà mai cancellato” (Is 56, 5). Una visita toccante che lascerà senza dubbio un ricordo e un segno indelebile. Al termine proseguimento per Betlemme. Nel pomeriggio, visita della basilica della Natività di Betlemme e la grotta in cui, secondo la tradizione, nacque il Bambin Gesù. S. Messa ore 15.00 presso la Grotta di S. Giuseppe. Visita del campo dei pastori nell’attuale villaggio arabo di Beit Sahur che per la tradizione cristiana è il luogo in cui un angelo annunciò ai pastori che Gesù era nato. Al termine rientro a Gerusalemme.

 

6° GIORNO,
Giovedì 21 novembre
GERUSALEMME (INCONTRO CON IL PATRIARCA)

Le visite verranno variate in base all’orario dell’incontro con il Patriarca.

Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita di Gerusalemme. Il mattino è riservato alla zona del Monte degli Olivi, sosta a Bedfage, chiesa che ricorda l’ingresso di Gesù a Gerusalemme. Il monte degli Ulivi è un luogo in cui si ricordano vari avvenimenti evangelici: l’Ascensione di Gesù in cielo (edicola dell’Ascensione), l’insegnamento della preghiera del Padre Nostro agli Apostoli (grotta del Pater Noster), il pianto di Gesù su Gerusalemme (Dominus Flevit), il Getsemani e l’arresto di Gesù (Basilica dell’Agonia e Orto degli Ulivi), la sepoltura di sua madre (tomba di Maria). La vista che si gode dalla cima del monte sulla città vecchia è a dir poco straordinaria. Nel pomeriggio visita al monte Sion: Qui, appena fuori dalle mura, si trova il Cenacolo, luogo dell’ultima cena di Gesù con gli Apostoli e dell’apparizione di Gesù Risorto. Nei pressi del Santo Cenacolo vi si trova anche la Basilica della Dormizione e la Chiesa di S. Pietro in Gallicantu che ricorda il luogo in cui Pietro rinnegò Gesù. S. Messa.

 

7° GIORNO,
venerdì 22  novembre
GERUSALEMME

Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita di Gerusalemme in particolare ai luoghi santi della città vecchia di Gerusalemme. Partendo dalla Piscina Probatica e la basilica di S. Anna si prosegue per la Chiesa della Flagellazione, da cui inizia la Via Crucis, lungo la Via Dolorosa con le sue 15 stazioni. Segnaliamo l’importanza di alcune di esse: alla 3° Gesù cade per la prima volta, alla 4° incontra Maria, alla 6° Veronica gli asciuga il volto, nella 7° stazione, dove Gesù cadde per la seconda volta, vediamo i resti della colonna della flagellazione. L’ultima stazione della Via Crucis coincide con il Santo Sepolcro o Basilica della Resurrezione. Questo è forse il luogo più sacro e più caro a tutta la cristianità. Al tempo di Gesù era un luogo che si trovava fuori delle mura della città probabilmente deputato alle sepolture. La Basilica racchiude il Calvario (il termino latino per Gòlgota), la Pietra dell’Unzione su cui il corpo di Gesù fu deposto e unto secondo la tradizione giudaica e la Tomba vuota. Nel pomeriggio: città vecchia, cardo massimo, Muro del pianto, Luogo sacro per eccellenza, questa volta per gli ebrei, il Muro del Pianto (Kotel Hama’aravi in ebraico) è un tratto originale del muro occidentale di contenimento fatto costruire da Erode nel 20 a.C. per sostenere la spianata del 2° Tempio, lo stesso tempio di cui parlano i Vangeli. Qui vediamo numerosi ebrei, con il capo coperto, pregare rivolti verso il Muro, in due zone ben distinte per gli uomini e le donne (proprio come in una sinagoga). S. Messa ore 17.00 presso S. Sepolcro.

8° GIORNO,
sabato 23  novembre
GERUSALEMME  – ABU GOSH TEL AVIV – BOLOGNA

Dopo la colazione partenza per la strada che da Gerusalemme conduce a Tel Aviv, tra le curve e i declivi delle colline, si trova il villaggio arabo/cristiano di Abu Gosh, villaggio  che viene identificato con Emmaus il luogo in cui Gesù si sarebbe rivelato dopo la resurrezione (Luca 24, 12-31). Qui vi fu costruito un monastero benedettino tuttora visitabile, è uno degli edifici più belli rimasti intatti dopo le Crociate. Pranzo. Trasferimento in tempo utile in aeroporto, disbrigo delle operazione d’imbarco e partenza con il volo delle ore 16.15. Cena a bordo. Arrivo previsto alle ore 22.25 a Bologna a seguito di uno scalo a Francoforte.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE      €  1.230,00

(minimo 30 partecipanti paganti)

Quota iscrizione
€ 30,00

Supplemento singola
€  320,00

 

La quota comprende:

  • Viaggio aereo con volo di linea LH da Bologna
  • Tasse aeroportuali (€ 257,00al 04/07/2013)
  • Pullman in Terra Santa;
  • Visite ed escursioni come da programma;
  • Ingressi come da programma;
  • Pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell’ultimo (salvo modifica        operativo volo )
  • Sistemazione presso  hotel 3 stelle, camere doppie con servizi
  • Portadocumenti ;
  • Assistenza tecnico – religiosa;
  • Mance
  • Assicurazione medico bagaglio e annullamento Ami  Assistance

 

La quota non comprende:

  • Bevande
  • Supplemento camera singola
  • Transfert a/r aeroporto in Italia
  • Eventuale adeguamento carburante e adeguamento valutario dollaro/euro
  • Extra personali, tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”

 

ORGANIZZAZIONE  TECNICA ARIMINUM VIAGGI

Cambio 1 dollaro / euro 0,74

Acconto € 300,00

NB: messe, incontri e visite sono soggetti alla conferma degli uffici prenotazioni e/o della disponibilità delle personalità locali. In conseguenza di ciò il programma potrebbe subire delle variazioni.

 

 

 

11 settembre 2013 pellegrinaggi, Senza categoria